Approvato il documento “Protocollo di gestione delle fasi 2 e 3 dell’emergenza sanitaria Covid-19. (vers. 2 del 30.4.2020). Aggiornamento Piano delle attività fase 3 (da settembre 2020)"

Leggi di più

Leggi la versione integrale

A tutto il personale della Sede Centrale

Ai Dirigenti

Ai Dipartimenti e Centri

Oggetto: Comunicazione relativa alla chiusura pomeridiana delle strutture dell’Amministrazione Centrale a decorrere dal 11 maggio 2020.

Facendo seguito alla comunicazione direttoriale del 3 aprile 2020, con la quale è stata disposta, quale misura straordinaria nell’ambito della gestione dell’emergenza epidemiologica in atto, la chiusura pomeridiana delle strutture dell’Amministrazione Centrale alle ore 15:00 dal 15 aprile 2020 fino a diversa determinazione, si comunica, con la presente, che, alla luce delle disposizioni normative sopravvenute, quali il D.P.C.M. 26 aprile 2020 e la Direttiva 3/2020 del Ministro della pubblica amministrazione, nonché del confronto avvenuto in data 28 aprile u.s. con le OO.SS., i componenti della RSU ed i RLS, d’intesa con i medesimi, a decorrere dal 11 maggio 2020 la chiusura anticipata dell’Amministrazione Centrale e delle Ripartizioni afferenti sarà articolata come segue:
• dal lunedì al giovedì alle ore 17:00,
• il venerdì alle ore 15:00,
fino a diversa determinazione.
Il personale interessato potrà utilizzare, a compensazione dell’orario non svolto, eventuali crediti orari già maturati o maturandi, il cui recupero potrà comunque avvenire entro il 31.12.2020.
Le predette determinazioni sono riferite ai dipendenti dell’Amministrazione Centrale, anche non collocati all’interno di Palazzo Murena, ma, alla luce delle istanze espresse dalle OO.SS. e dai componenti della RSU in data odierna, si invitano i Direttori di Dipartimento e dei Centri, ferma restando la salvaguardia delle rispettive specificità organizzative/funzionali, ad uniformare, per quanto possibile, gli orari di chiusura delle rispettive Strutture alle predette indicazioni e di darne tempestiva comunicazione al relativo personale.
Confidando nell’unità d’intenti volta a regolamentare le attività in presenza nell’assoluto rispetto delle disposizioni in materia di distanziamento sociale in attuazione dei provvedimenti governativi vigenti, si porgono cordiali saluti.

Perugia, 7 maggio 2020

Il Direttore Generale
F.to Dott.ssa Tiziana Bonaceto

Leggi la versione integrale

Misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19, applicabili sull'intero territorio nazionale.

Leggi di più

Leggi la versione integrale

Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19, recante misure urgenti per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da COVID-19, applicabili sull'intero territorio nazionale

Leggi di più

Misure urgenti di contenimento del contagio: proroga al 13 aprile

Leggi di più

Al fine di fornire chiarimenti in merito all'ambito ed alle modalità applicative

  • sia del congedo per emergenza COVID per i dipendenti del settore pubblico ai sensi dell’art. 25 del D.L. 18/2020 (n. 15 giorni di congedo parentale, con indennità pari al 50% della retribuzione e con contribuzione figurativa per i genitori di figli fino a 12 anni o con figli con disabilità in situazione di gravità, ovvero n. 15 giorni di congedo parentale senza indennità né contribuzione figurativa per i genitori di figli tra i 12 ed i 16 anni),
  • sia dell’estensione della durata dei permessi retribuiti ai sensi dell’art. 33 della L. 104/1992 ai sensi dell’art. 24 del medesimo D.L. da ultimo citato (n. complessivo di 12 giorni di permessi ulteriori ai sensi dell’art. 33 della L. 104 citata, usufruibili nei mesi di marzo e aprile 2020),

viene pubblicata, in allegato alla presente, la circolare dell’INPS n. 45 del 25 marzo 2020, alle cui prescrizioni applicabili alle Pubbliche Amministrazioni questo Ateneo si conforma.

Si ricorda, inoltre, che, ai sensi dell’art. 26, comma 2, del D.L. 18/2020, fino al 30 aprile,

  • sia ai dipendenti in possesso del riconoscimento di disabilità con connotazione di gravità ai sensi dell’art. 3, comma 3, della L. 104/1992,
  • sia ai lavoratori in possesso di certificazione rilasciata dai competenti organi medico legali, attestante una condizione di rischio derivante da immunodepressione o da esiti da patologie oncologiche o dallo svolgimento di relative terapie salvavita, ai sensi dell’art. 3, comma 1, della L. 104/1992,

il periodo di assenza dal servizio prescritto dalle competenti autorità sanitarie è equiparato a ricovero ospedaliero di cui all’art. 19, comma 1, del D.L. 9/2020.

Infine si ricorda che, ai sensi dell’art. 19, comma 1, del D.L. 9/2020, il periodo trascorso in malattia o in quarantena con sorveglianza attiva, o in permanenza domiciliare fiduciaria con sorveglianza attiva, dai dipendenti delle amministrazioni di cui all’art. 1, comma 2, del D.Lgs. 165/2001 (tra cui le istituzioni universitarie), è equiparato al periodo di ricovero ospedaliero.

Un cordiale saluto

IL DIRETTORE GENERALE

Dott.ssa Tiziana Bonaceto

Documenti allegati

Misure urgenti per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da COVID-19.

Leggi di più

Apri il modulo

Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 23 febbraio 2020, n. 6, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19, applicabili sull'intero territorio nazionale.

Leggi il decreto

Carissime e Carissimi,

è stato emanato, con Decreto n. 508 del 20/3/2020, efficace dalla data odierna, il Regolamento di Ateneo con cui si disciplinano in via temporanea le modalità di svolgimento in telematica degli esami di profitto e delle sedute di laurea, in conformità alle disposizioni contenute nel D.L. n.18 del 17 marzo 2020. Tali disposizioni si applicano, in quanto compatibili, anche agli esami o alle prove finali, comunque denominate, dei Corsi di Dottorato di Ricerca, di Scuole di specializzazione, di Master e di Scuole di formazione.

Anche al fine di garantire una più ordinata transizione, si sottolinea la disposizione contenuta nell’art. 16 c. 5 del Regolamento, secondo cui per gli esami di profitto “già calendarizzati, [...] le relative iscrizioni rimangono valide e l’informativa prevista nell’art. 3 del Regolamento verrà resa al candidato dal Presidente della Commissione in forma orale prima dell’avvio dell’esame di profitto”

Infine, in applicazione del D.L. sopra richiamato, in deroga alle disposizioni dei Regolamenti di Ateneo, si comunica che:

 - è prorogato al 15 giugno 2020 il termine ultimo entro il quale fissare la sessione di laurea conclusiva dell’a.a. 2018/2019 e conseguentemente è prorogato ogni altro termine connesso all’adempimento di scadenze didattiche o amministrative funzionali allo svolgimento dell’esame di laurea. La ratio di tale disposizione è quella di garantire ai laureandi che avevano già programmato di portare a conclusione il percorso formativo universitario nell’ultima sessione utile dell’anno accademico predetto, di non essere obbligati a iscriversi al successivo anno accademico;

- conseguentemente, i Dipartimenti potranno fissare la sessione nel periodo 15 maggio - 15 giugno, dandone adeguata comunicazione;

- sono ammessi a sostenere la prova finale nelle nuove date fissate dall’Ateneo nel periodo 15 maggio-15 giugno 2020 esclusivamente gli studenti che abbiano regolarmente presentato o possano ancora presentare domanda di laurea nei termini previsti dal calendario dei singoli corsi per la sessione straordinaria 2018/2019 (marzo, aprile, maggio 2020).

Siamo perfettamente consapevoli che tali modalità rappresentano una novità assoluta e un ulteriore sforzo collettivo nell’affrontare, nel miglior modo possibile, questa fase straordinaria. Ancora una volta mi appello alla responsabilità, alla collaborazione e alla comprensione fin qui dimostrate e delle quali vi ringrazio. Fra qualche giorno riceverete una “Guida agile” con le istruzioni a uso dei candidati e delle commissioni, pensata per facilitare l’utilizzo delle procedure, ai sensi del nuovo Regolamento e contenente riferimenti di “Help Desk” che in caso di necessità saranno a vostra disposizione.

Con un sentimento di profonda gratitudine, vi saluto cordialmente,
Il Rettore
(Prof. Maurizio Oliviero)

Documenti

Misure di potenziamento del Servizio sanitario nazionale e di sostegno economico per famiglie, lavoratori e imprese connesse all'emergenza epidemiologica da COVID-19.

Leggi la versione integrale

 

Carissime e Carissimi,

anche al fine di ridurre al minimo i disagi alla comunità studentesca, si comunica che, per l’a.a. 2019/2020, sono prorogate al 30 maggio 2020 la scadenza della terza rata delle tasse e contributi per gli iscritti a tutti i corsi di laurea e le scadenze per i pagamenti delle rate con termine marzo e aprile per l’iscrizione a tutte le scuole di specializzazione.

Il Rettore

(Prof. Maurizio Oliviero)

Carissime e Carissimi,

facendo seguito alle precedenti comunicazioni, vi informo che, con D.R. n. 480 del 17 marzo 2020, ho adottato ed emanato in via d’urgenza, in ottemperanza alle disposizioni governative, il “Regolamento temporaneo per lo svolgimento delle sedute collegiali in modalità telematica”, avente efficacia temporanea, per disciplinare le modalità di svolgimento delle riunioni collegiali in modalità telematica, al fine di consentire il proseguimento delle attività, limitando la compresenza di più persone nello stesso luogo.

Il Regolamento, efficace dalla data odierna, è pubblicato al link https://www.unipg.it/files/pagine/115/misc/reg-temporaneo-svolgimento-sedute-collegiali-in-modalita-telematica.pdf.

Si anticipa, sin d’ora, che a brevissimo sarà adottato anche il Regolamento per lo svolgimento degli esami di profitto e delle sedute di laurea in modalità a distanza.

Seguirà al riguardo successiva comunicazione.

Il Rettore

(Prof. Maurizio Oliviero)

Ordinanza della Presidenza della Giunta Regionale (B.U.R. n. 16 del 13/03/2020) per la riduzione dei servizi di trasporto pubblico locale.

Leggi l'ordinanza

Orari aggiornati, a valere dal 16/03/2020 fino al 25/03/2020 (fatte salve eventuali proroghe): http://www.fsbusitalia.it/content/fsbusitalia/it/umbria/orari-linee-umbria.html

Carissime e Carissimi,

sono sicuramente ore molto complesse, che tutti noi stiamo seguendo con la responsabilità e la fiducia richieste dalla straordinarietà del momento. Desidero ringraziarvi per l’impagabile collaborazione e per gli sforzi che si stanno compiendo.

Il susseguirsi delle disposizioni che riceviamo costantemente dalle Autorità competenti inducono ad assumere ulteriori determinazioni.

D’intesa con la Governance del nostro Ateneo, i Direttori di Dipartimento e il Direttore Generale, vorrei comunicare che:

  • a decorrere da lunedì 16 marzo 2020 e sino al 3 aprile 2020, quale ulteriore misura straordinaria, è prevista la chiusura anticipata pomeridiana alle ore 14:30 dell’Amministrazione Centrale e delle Ripartizioni afferenti.

Le predette determinazioni sono riferite ai dipendenti dell’Amministrazione Centrale, anche non collocati all’interno di Palazzo Murena.

  • si invitano i Direttori di Dipartimento e dei Centri a uniformare gli orari di chiusura delle rispettive Strutture alle predette indicazioni, ferma restando la salvaguardia delle specificità organizzative/funzionali e di darne tempestiva comunicazione al relativo personale.

Il personale interessato potrà utilizzare, a compensazione dell’orario non svolto, eventuali crediti orari già maturati o maturandi, il cui recupero potrà comunque avvenire entro il 31.12.2020.

Tale decisione ci sembra opportuna anche al fine di interpretare la delicatezza del momento nella consapevolezza che il costante evolversi della situazione potrà richiedere ulteriori interventi.

Vi sono grato per l’impegno e la dedizione che state dimostrando nell’erogazione della didattica a distanza. Presto riceverete indicazioni sulle modalità di svolgimento degli esami di profitto e di laurea in telematica, così da evitare ulteriori disagi per i nostri studenti e per noi tutti.

Per quanto riguarda i dottorandi e i laureandi mi affido al buon senso di tutti: l’invito è quello di limitare la circolazione delle persone alle attività assolutamente non procrastinabili. Non esiste una disposizione specifica in materia se non quella della responsabilità e della comprensione.

Intensificheremo gradualmente e, fin dove possibile, le attività in lavoro agile, mantenendo attivi il maggior numero dei servizi, a cominciare da quelli essenziali.

Sono consapevole della forte indeterminatezza del momento, ma mai come adesso dobbiamo ancora una volta dare prova di unità e collaborazione.

Vi saluto cordialmente

Il Rettore

(Prof. Maurizio Oliviero)

Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 23 febbraio 2020, n. 6, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19, applicabili sull'intero territorio nazionale. 

Leggi la versione integrale

 

Carissime e Carissimi,

trasmettiamo il piano straordinario di lavoro agile (Smart Working) adottato dall’Ateneo in ottemperanza alle ultime disposizioni governative.

Il Magnifico Rettore

(Prof. Maurizio Oliviero)

Leggi il decreto

Vai alla sezione dedicata allo Smart Working

Carissime e Carissimi,

la scorsa notte è stato firmato il nuovo Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 09.03.2020 che stabilisce nuove misure per il contenimento sull'intero territorio nazionale del diffondersi del virus COVID-19. 

Il nuovo DPCM reitera la sospensione della frequenza di tutte le attività didattiche e curriculari in presenza fino al 3 aprile 2020, ferma in ogni caso la possibilità di svolgimento delle attività formative a distanza. Sono esclusi dalla sospensione i corsi per i medici in formazione specialistica, i corsi di formazione specifica in medicina generale e le attività dei tirocinanti delle professioni sanitarie. Non sono, invece, sospese le attività di ricerca e le attività tecniche ed amministrative.

In particolare, si evidenzia che il DPCM non ha previsto la sospensione delle attività lavorative e che sono possibili gli spostamenti motivati da esigenze lavorative. Di conseguenza risulta possibile raggiungere la sede di lavoro indipendentemente dalla zona di provenienza. Laddove richiesto si può utilizzare il modulo allegato per l’autocertificazione.

L’Ateneo in questa difficile situazione si sta adoperando al fine di:
- attivare le attività di lavoro agile, compatibilmente con le esigenze di servizio;
- favorire l’utilizzo di periodi di ferie e di congedo ordinario dei lavoratori dipendenti, come raccomandato dal DPCM 8 marzo 2020; - potenziare ulteriormente l’uso degli strumenti telematici per tutte le attività compatibili;
- limitare a situazioni di necessità la fruizione dei servizi da parte del pubblico.

A tal fine saranno in seguito emanate specifiche disposizioni. Devono essere, tuttavia, garantiti i servizi che assicurano il funzionamento delle attività di didattica a distanza secondo le modalità già comunicate. Si raccomanda a tutti i docenti dell’Ateneo di svolgere tutte le attività didattiche in modalità telematica, affinché il percorso didattico degli studenti non ne abbia nocumento.

Le indicazioni per le principali attività di ateneo sono le seguenti:
- le attività didattiche si svolgono esclusivamente per via telematica. Al fine di mantenere il distanziamento sociale, è da escludersi ogni altra forma di aggregazione alternativa.
- è vietata ogni forma di assembramento di persone nei luoghi e negli spazi dell’Ateneo.
- gli esami di profitto e di laurea nelle modalità in presenza sono sospesi. Riceverete presto puntuali comunicazioni circa la tempistica e le nuove modalità per lo svolgimento degli stessi.
- le attività di ricerca, tecniche e amministrative proseguono in presenza nelle strutture di Ateneo, nella scrupolosa osservanza delle disposizioni di cui all’allegato 1 al DPCM 8.3.2020; tutte le strutture di Ateneo, comprese le biblioteche, restano aperte esclusivamente agli utenti autorizzati; in particolare, per quanto riguarda le Biblioteche continuano ad essere assicurate le funzioni di prestito e di restituzione ai casi assolutamente straordinari e improcrastinabili ed esclusivamente su appuntamento. A tale riguardo si rinvia alle indicazioni pubblicate su: https://www.csb.unipg.it/notizie/archivio-notizie/1022-disposizioni-urgenti-relative-al-servizio-bibliotecario
- è sospesa l’apertura al pubblico delle aule studio e dei musei scientifici in tutte le sedi dell’Ateneo nonché di ogni ulteriore spazio di aggregazione;
- le attività di front-office (segreterie studenti, ecc.) e tutti gli altri servizi rivolti all’utenza saranno svolte esclusivamente in attività da remoto mediante telefono ed e-mail;
- sono autorizzati i tirocini di tesi e gli stage esterni, ove ammessi dall’ente ricevente;
- le riunioni degli organi collegiali si svolgono esclusivamente per via telematica;
- tutte le manifestazioni organizzate e tutti gli eventi aperti al pubblico sono sospesi;
- sono sospese le procedure concorsuali ad esclusione dei casi in cui la valutazione dei candidati è effettuata esclusivamente su basi curriculari ovvero in modalità telematica;
- sono adottate, in tutti i casi possibili, nello svolgimento di riunioni, modalità di collegamento da remoto e comunque garantendo l’osservanza delle disposizioni di cui all’allegato 1 DPCM 8.3.2020 ed evitando assembramenti;
- vengono assicurati tutti i servizi strumentali all’assolvimento delle principali attività di Ateneo così come individuati in precedenza. Le disposizioni che precedono, salvo successive comunicazioni, sono efficaci fino a nuova comunicazione.

Procederemo con successiva comunicazione a fornire maggiori dettagli operativi.

Il Rettore
(Prof. Maurizio Oliviero)

Documenti

Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 23 febbraio 2020, n. 6, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19, applicabili sull'intero territorio nazionale.

Leggi la versione integrale

 

Il Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Perugia, Prof. Maurizio Oliviero, ha comunicato la decisione di rimandare la Cerimonia di Inaugurazione dell'a.a. 2019/2020, prevista per il 20 marzo p.v., a data da destinarsi.

Le novità del nuovo decreto valide dall'8 marzo al 3 aprile 2020.

Leggi la versione integrale

COVID-19, decreto DPCM 8 marzo 2020: le novità del nuovo decreto valide dall'8 marzo al 3 aprile 2020. Fonte: governo.it. Sospese attività in: pub, scuole di ballo, sale giochi, sale scommesse e sale bingo, discoteche e locali assimilati, con applicazione di specifiche sanzioni in caso di mancato rispetto. Sospesi eventi e spettacoli: eventi e spettacoli di qualsiasi natura, ivi inclusi quelli cinematografici e teatrali, svolti in ogni luogo, sia pubblico che privato. Sospesa apertura: musei e degli altri istituti e luoghi della cultura. Sospese: cerimonie civili e religiose, ivi comprese quelle funebri. L'apertura dei luoghi di culto è condizionata all'adozione di misure che evitino assembramenti e assicurino la distanza interpersonale di almeno un metro. Rispetto distanza sicurezza: esercizi commerciali all'aperto e al chiuso; sport di base all'aperto o all'interno di palestre, piscine e centri sportivi. Rispetto distanza sicurezza: ristorazione e bar obbligo, a carico del gestore, di far rispettare la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro, con sanzione della sospensione dell'attività. Limitare spostamenti delle
persone alla stretta necessità. Si raccomanda a tutte le persone anziane o affette da patologie croniche o con multimorbilità ovvero con stati di
immunodepressione congenita o acquisita, di evitare di uscire dalla
propria abitazione o dimora fuori dai casi di stretta necessità e di
evitare comunque luoghi affollati

Facendo seguito a precedente comunicazione relativa alla sospensione delle attività didattiche diffusa in data odierna, si precisa - in relazione a tutte le sedi, le strutture e gli spazi di proprietà di questo Ateneo o comunque in uso al medesimo - quanto segue:

1

  • l'accesso alle biblioteche è consentito solo per le funzioni di prestito e di restituzione, mentre rimarranno chiusi tutti gli spazi riservati alla consultazione e allo studio per l’intera durata delle disposizioni governative;
  • gli Spazi di Aggregazione e Studio in Autogestione (SASA), le sale di lettura nonché ogni altra aula studio rimarranno interdetti per l’intera durata delle predette disposizioni;
  • si raccomanda, in ogni ulteriore spazio, la scrupolosa osservanza delle disposizioni già emanate dalle competenti Autorità;
  • le missioni di cui al relativo Regolamento di Ateneo previste per il periodo di applicazione delle disposizioni governative dovranno essere nuovamente autorizzate dal Responsabile della Struttura di riferimento tenendo conto delle indicazioni e delle prescrizioni fornite dalle Autorità competenti in materia.

2

  • Rimangono assicurate le funzioni di front-office, le attività di ricevimento studenti e gli altri servizi all’utenza nella scrupolosa osservanza delle prescrizioni adottate dal Governo o comunque emanate da altre Autorità competenti;
  • parimenti, sempre nel rispetto delle predette prescrizioni, proseguono le attività e le funzioni di ricerca svolte da docenti, ricercatori, assegnisti, dottorandi, borsisti e tesisti.

3

Rimane fermo quanto già disposto in relazione alla sospensione delle attività didattiche in presenza. Seguiranno dettagliate indicazioni tecniche circa lo svolgimento delle suddette attività in modalità “a distanza”.

4

Rimane fermo quanto già disposto in relazione alla prosecuzione degli esami di profitto, di Laurea e di Dottorato.

5

Rimane fermo quanto già disposto, in relazione ai Dipartimenti di Medicina Veterinaria e di Scienze Agrarie, alimentari ed ambientali, con D. R. 388/2020.

6

Sono sospese le manifestazioni, gli eventi e le attività di qualsiasi natura che comportano affollamento di persone tale da non consentire il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro di cui all'allegato 1, lettera d) al DPCM 4.3.2020.

7

Salvo successive diverse determinazioni adottate da parte di questo Ateneo o dalle competenti Autorità, ogni altra attività istituzionale dell’Università degli Studi di Perugia prosegue regolarmente nella scrupolosa osservanza delle prescrizioni sopra richiamate.

Soggetti pubblici e privati devono attenersi alle indicazioni del Ministero della salute e delle istituzioni competenti.

Leggi di più

Vedi anche:

A seguito delle disposizioni del Consiglio dei Ministri (Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri) si comunica che dal 5 al 15 marzo 2020 sono sospese tutte le attività didattiche dell’Ateneo, a eccezione dei: “corsi post universitari connessi con l'esercizio di professioni sanitarie, ivi inclusi quelli per i medici in formazione specialistica, i corsi di formazione specifica in medicina generale, le attività dei tirocinanti delle professioni sanitarie”.

Le strutture, gli uffici e i servizi dell'Ateneo rimangono regolarmente aperti.

Rimane fermo quanto già disposto in relazione alla prosecuzione degli esami di profitto, di laurea e di dottorato fino a nuova disposizione.

Seguiranno ulteriori comunicazioni.

Il Presidente del Consiglio Ministri, Giuseppe Conte, ha firmato un nuovo DPCM con misure riguardanti il contrasto e il contenimento sull'intero territorio nazionale del diffondersi del Coronavirus.

Vedi anche:

Carissime e Carissimi,

anche in seguito alle diverse richieste di chiarimento pervenute ed alla luce delle disposizioni fin qui emanate dalle Autorità competenti, si precisa quanto segue.
A eccezione delle sedute previste per i Dipartimenti di Scienze agrarie, alimentari ed ambientali e di Medicina Veterinaria oggetto del D.R. 388 del 4.3.2020, i restanti Dipartimenti provvederanno al regolare svolgimento delle sedute di esame di Laurea, di profitto e di Dottorato assicurando che il flusso di pubblico in sala abbia luogo in modo tale da garantire l’osservanza della distanza precauzionale di almeno un metro tra ciascuno dei presenti in sala.
Unitamente a quanto sopra esposto, è ovviamente demandata alle regole di prudenza e buon senso l’adozione, da parte del Presidente di ciascuna Commissione, di ogni ulteriore misura si rendesse opportuna, anche in relazione alla dimensione degli spazi in cui si svolgono le prove, per la migliore gestione delle sedute.
L’osservanza delle indicazioni che precedono dovrà essere assicurata fino al giorno 15 marzo p.v. salvo diverse disposizioni che verranno, se del caso, di seguito comunicate.
Vi ringrazio per la vostra collaborazione fiducioso nel fatto che le misure di cui sopra consentiranno di ridurre al minimo il disagio a carico dei nostri studenti e, in generale, dell’utenza dei servizi del nostro Ateneo.

Il Rettore
(Prof. Maurizio Oliviero)

Carissime e Carissimi,

con Decreto Rettorale n. 388 del 4/3/2020, in ottemperanza a quanto indicato dall’Ordinanza del Presidente della Giunta Regionale n. 3 del 4/3/2020, ho disposto l’immediata sospensione precauzionale delle attività didattiche presso i Dipartimenti di Scienze Agrarie, Alimentari ed Ambientali e di Medicina Veterinaria (lezioni, tutorati, esercitazioni in aula e in laboratorio, esami, sedute di laurea) fino al giorno 13/3/2020 compreso, al fine di favorire lo svolgimento delle operazioni di bonifica e igienizzazione.

Sono altresì sospesi i servizi di ricevimento e le attività di front-office delle segreterie studenti presso i Dipartimenti medesimi, unitamente a tutte le manifestazioni e iniziative all’interno degli spazi dipartimentali. Il personale continuerà comunque a prodigarsi per assicurare l’erogazione dei servizi necessari secondo quanto verrà disposto dal Direttore Generale e dai Dirigenti preposti.

L'accesso alle biblioteche dei Dipartimenti in questione sarà consentito solo per le funzioni di prestito e di restituzione, mentre saranno chiusi gli spazi riservati alla consultazione e allo studio.

L'Ateneo si è già attivato per l'adozione di soluzioni tempestive al fine di garantire quanto prima il regolare svolgimento della didattica, del ricevimento studenti e delle sessioni di esami di laurea e dottorato, nonché dei servizi correlati, mediante piattaforma online. A tale riguardo, quanto prima, verranno fornite le indicazioni necessarie per lo svolgimento delle attività in modalità virtuale.

Il portale web universitario continuerà a fornire puntualmente gli aggiornamenti nell'apposita sezione (https://www.unipg.it/coronavirus). Eventuali comunicati saranno diffusi utilizzando anche i social network istituzionali.

Invito tutti ad attenersi scrupolosamente alle disposizioni emanate dalle autorità competenti consultabili nell’apposita sezione del portale di Ateneo e a segnalare immediatamente ai Servizi di Igiene e Sanità Pubblica competenti per il territorio (numero verde Regione Umbria 800636363) eventuali situazioni di rischio (provenienza da zone a rischio, contatti con casi o sospetti).

In sinergia con tutte le autorità locali e nazionali, monitoriamo costantemente la situazione ispirando la nostra azione ai criteri della competenza e della prudenza, al fine di vigilare al meglio sulla salute della nostra comunità e di quella pubblica in generale. A tal proposito, mi sia consentito di rinnovare il ringraziamento a tutte le persone del nostro Ateneo che anche in queste ore si stanno adoperando senza risparmio per contenere i disagi della situazione eccezionale che stiamo attraversando.

Vi saluto cordialmente,

Il Rettore
(Prof. Maurizio Oliviero)

Documenti

Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 23 febbraio 2020, n. 6, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19.

Leggi di più

Ulteriori misure per la prevenzione e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-2019.
Ordinanza ai sensi dell'art. 32, comma 3, della legge 23 dicembre 1978, n. 833 inmateria di igiene e sanità pubblica.

Leggi di più

A tutto il personale studente, ricercatore, docente e tecnico-amministrativo di Università, Istituti di AltaA tutto il personale studente, ricercatore, docente e tecnico-amministrativo di Università, Istituti di AltaFormazione Artistica, Musicale, Coreutica.

Leggi di più

Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 23 febbraio 2020, n. 6, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19.

Leggi di più

Carissime, Carissimi,

come avrete sicuramente appreso dai mezzi di informazione, il Consiglio dei Ministri ha adottato una serie di misure straordinarie a seguito dei casi di contagio di Coronavirus COVID-19 accertati in questi ultimi giorni nel nostro Paese.

Voglio rassicurare tutti voi che stiamo lavorando alacremente insieme alla Prefettura e alle autorità sanitarie, ministeriali, regionali e comunali per il monitoraggio in tempo reale della situazione nella nostra regione e per la tempestiva adozione dei provvedimenti che, di volta in volta, verranno stabiliti dalle autorità competenti.

Parallelamente, con D.R. n. 324 del 24/2/2020, abbiamo provveduto all’istituzione di un tavolo ristretto di Ateneo per il coordinamento delle attività interne e per consentire una pronta ed efficace collaborazione tra le diverse componenti dell’Ateneo, a tutela dell’intera comunità accademica.

Al fine di fornirvi un'informazione completa, trasparente, chiara e immediata, abbiamo inoltre provveduto all’attivazione di questa pagina dedicata del Portale di Ateneo, sulla quale troverete tutte le informazioni utili relative all’emergenza, che verranno rilanciate dai social network istituzionali e, laddove necessario, dalle newsletter.

Consentitemi di formulare un ringraziamento a nome dell’Ateneo a tutte le persone che si stanno impegnando senza risparmio e in particolare alle colleghe e ai colleghi dell’Università degli Studi di Perugia che, nell’ambito delle rispettive professionalità, stanno fornendo un fondamentale contributo alla tutela del benessere collettivo.

Si tratta sicuramente di un momento particolare, che va affrontato con la giusta determinazione e con il grande buon senso di cui siamo certamente capaci e che, ne sono convinto, ci consentirà di superare anche questo momento di difficoltà.

Cordialmente,

Il Rettore

(Prof. Maurizio Oliviero)

Documenti

 

La data della seconda sessione degli esami di Stato di abilitazione all’esercizio della professione di medico-chirurgo di cui all’art. 6, comma 2, del DM 422/2019, già fissata per il 28 febbraio 2020, è stata rinviata a data da destinarsi.

Leggi di più

Si comunica che, a titolo cautelativo e in attesa di decisioni che saranno adottate dai Ministeri interessati (Ministero della Salute, Ministero dell'Università e della Ricerca, Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale), dal Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie e dall'Organizzazione Mondiale della Sanità, la mobilità in uscita del personale accademico e degli studenti dell'Università degli Studi di Perugia verso la Repubblica Popolare Cinese e Taiwan è sospesa fino a nuove indicazioni delle Autorità competenti.